SPETTACOLI  PER  RAGAZZI

LA POETICA DI LeSetteAllegreRisatelle

Per un Teatro Civile rivolto ai Ragazzi

 

Michela è una bambina interessata alla scienza e

agli extraterrestri. Il Papà neanche la vuole ascoltare quando parla di alieni! Mentre Michela riporta un libro in biblioteca un vortice spazio-temporale si apre sulla sua testa e MILEVA un essere

che a lei sembra proprio un Alieno 

appare per chiederle aiuto! Mentre il vortice si chiude Michela viene risucchiata e trasportata in Antartide, nei pressi della Base Franco Italiana di Concordia.

Qui, circondata da una natura straordinaria e sorprendente scoprirà delle verità che non avrebbe mai potuto immaginare!

I suoi migliori amici si domostreranno un pinguino e una foca parlanti che la porteranno finalmente nella grotta di MILEVA. 

Michela dovrà affrontare tempeste e guerre ma alla fine avrà la meglio su tutti gli ostacoli che incontrerà nella sua incredibile avventura!

Di Camilla Ribechi

Con Marco Bullitta 

Lisa Recchia

e Cmailla Ribechi

Età consigliata: 4-12

Durata 55 minuti

Acacio, vigile dell’antica Roma, e Mamerzia, sarta, sono sposati. 

Sono molto poveri e un giorno al porto di Ostia vengono a sapere dell’esistenza di un Concorso indetto dall’Imperatore.

Chi riuscirà a raccontare la favola

 più bella, capace di far divertire il figlio dell’Imperatore, 

sempre triste e malato, vincerà 80.000 sesterzi 

e una crociera a Pompei.

Acacio e Mamerzia non hanno figli e, quindi, 

non conoscono favole e, soprattutto, 

 non le sanno raccontare ma decidono

 di partecipare al Concorso! 

Un mistero inaspettato li attende

e i due ci cascano dentro

con tutti i sandali!

Spesso i bambini saranno coinvolti

nelle storie raccontate.

Ai bambini verrà chiesto di scegliere la favola

più bella che i due maldestri oratori

saranno riusciti a raccontare,

quella che abbia più probabilità di vincere la gara e

 fare la fortuna dei due protagonisti!

Uno spettacolo fortemente interattivo!

Dalle Favole di Fedro! 

Promo

Intero

Un giovane nobilotto di campagna, un giorno,

 nel rifiutarsi di mangiare un piatto di lumache

impostogli dal padre, 

sale su un albero e non scende mai più.

Questo sembra il racconto di una ribellione…. 

        Una ribellione ostinata… di fronte alla quale                       ci si potrebbe anche chiedere che senso abbia…  

Potrebbe sembrare immotivata, eccessiva, 

a meno che non si veda l’altro aspetto 

del racconto, un aspetto un pò nascosto, forse… 

 Cosimo Piovasco di Rondò, attraverso una, forse,

banale ribellione all’ordine costituito,  inizia

un percorso che lo porterà a scoprire se stesso,

i suoi valori, i suoi interessi, i suoi ideali!

 Crescere, invecchiare, cambiare,  senza venire mai

meno a un patto di coerenza firmato con sé stessi!

Imparare ad essere totalmente se stessi!      

        Poter essere fedelia sé stessi per tutta la vita,

        difendere la parte  più autentica e più pura di noi,                    senza dimenticarsi del mondo                                                  e del meglio di cui siamo capaci.                                      Cercare se stessi per tutta la vita! 

        In un mondo omologato all’ennesima potenza                  è  una bella lezione, 

un buon esempio, una bella sfida, 

per grandi e per piccini!

E che nessuna paura di andare controcorrente 

o di sembrare pazzi ci accompagni!!!

 

IN PRODUZIONE !!!

                 Truciolo di legno, il nastro dorato che chiude              i pacchi regalo, lavora nel negozio di giocattoli 

della Befana e ha un sogno segreto! 

Vorrebbe essere un vero e proprio regalo per i bambini!

 Tutti lo prendono in giro, compresa la Befana!

Un giorno Truciolo assiste alla scena tra la Befana e

     un bimbo povero che scappa piangendo a mani vuote!          In quel frangente la Befana, che in fondo, in fondo, 

non è cattiva, si rende conto 

di essere percepita come tale ed entra in crisi. 

     Nel tentativo di cambiare questa dura realtà  la Befana peggiora  la situazione:  spende molti soldi

per cambiare look, fare indagini  di mercato e

rinnovare il negozio.  E’ la banca rotta!  

    Il proprietario del negozio, Charles Supertrump,           interviene e minaccia di licenziarla e  di mandarla

in prigione.  

Disperata, le resta solo Truciolo di legno, che la ascolta e

 la consola. 

Grazie a lui la Befana riscoprirà l’importanza    

 della fantasia    che è quella cosa che ti fa fare ciò che vuoi con ciò che hai e, grazie a lui, rivaluterà il suo ruolo.

Alla fine la Befana deciderà di aprire una catena      

di negozi dove non si vendono più giocattoli nuovi

ma si insegna ai bambini ad utilizzare 

quelli vecchi in modi sempre nuovi e fantasiosi.. 

D’ora in poi il carbone finirà solo nelle calze dei bambini  che non useranno la fantasia ma, soprattutto, 

nelle calze dei loro genitori!

Non ti senti abbastanza forte e in gamba
per difenderti dai compagni prepotenti?              Vorresti ruggire come un Leone per spaventare bulli e bambine/bambini smorfiose/i?
Anzi, vorresti poter diventare un Leone?
      Non esprimere mai questo desiderio                           davanti al tuo cane!                         Potrebbe essere un ex-mago capace
di esaudirlo. E' proprio quello che capita
al povero Duccio. Ma non tutte le sfortune vengono per nuocere! Il nostro eroe, infatti, tra folle oceaniche in delirio per vedere l'attrazione, film holliwoodiani, foto, magie e viaggi in Africa, scoprirà il valore
                di essere se stessi.                                           Una storia contro il Bullismo,                     piena di Magia!

               In un Futuro lontano lontano Ruben,                                      un ragazzino di circa 10 anni, si appresta a fare                colazione, è un po' depresso e vivea Sottocittà,                                capitale del regno di Cupalia,                             distretto occidentale degli S.M.U.S.E.V. -                           Stati del Mondo Uniti in Salute Efficienza e Velocita'.           Il fatto è che, oramai, le abitudini mondiali

si sono evolute e, per ragioni di salute ma anche                 di praticità, l'alimentazione naturale, quella che noi, ancora oggi, conosciamo, è stata completamente sostituita da pillole, contenenti il perfetto fabbisogno quotidiano

di vitamine, minerali e sostanze nutrienti,                           per non sbagliarsi mai. Ruben, un giorno,                      mentre va a scuola, incontra Miriam che fa parte

di una famiglia  di Rivoluzionari Alimentari,                        che cerca di conservare, nella clandestinità,
le sementi e le ricette tradizionali.                                     Ruben conoscerà Nonna Gina e tutti gli strani personaggi che organizzano, annualmente,
la segreta “Fiera del Santo Palato”:                                Cuochi famosi come Laurent, Yve Saint Croissant e        Tzon Han, erboristi come Gun.
Ruben e i suoi nuovi amici dovranno affrontare                   una battaglia contro l'Esercito d'Igiene Alimentare,                  i bombardamenti
sui depositi di Sementi Clandestine ma, alla fine, l'amore,
la natura e le tradizioni culinarie ,trionferanno sulla cieca modernità e verranno ripristinati nel mondo.

MISS BACH e Dottor BRUM, due inventori extraterrestri,                 nel tentativo di tornare a casa, finiscono sulla terra,
in un teatro pieno di bambini e, in attesa di poter ripartire,                 si divertono a far partecipare i bambini alle loro magiche, assurde ed impossibili, INVEZIONI, come, per esempio:

la macchina  per fare i buchi nell'acqua,

il telefono per parlare con i sassi e la macchina per fare

il solletico alle pere.  

Si scoprirà, però, che l'invenzione più potente e

 magica, è il sorriso, soprattutto il sorriso dei bambini.                     Con tutti i sorrisi che i bambini vorranno regalere

i due pazzi inventori riuscianno a far ripartire il loro disco volante e  a far ritorno a casa..... dove tutto è morbido e tondo come un bel bignè al cioccolato!
Il Clown Myra Spoppins e il mago Magico Mago Pancione raccontano, con l'aiuto di trucchi di magia, coriandoli,         molta fantasia e, soprattutto, con l'aiuto dei bambini,           alcune  tra le più belle favole di Gianni Rodari.

            IL PIANETA SENZA PUNTA è uno spettacolo                                                 fortemente interattivo!!!                                             Molto spesso i bambini saranno chiamati
in scena ad agire alcune favole.
I bambini stessi DIVENTERANNO MAGHI!

IL PIANETA SENZA PUNTA è uno spettacolo in cui

la poesia

del Clown va a braccetto con la Festa e la Magia!!! 

Due abitanti del PAESE DI HALLOWEEN,          STREGA BACH e DOKTOR BRUM, al ritorno               da una spedizione alla ricerca di storie orribili e paurose, arrivano in ritardo al concorso        Cattivissimi 2018, molto rinomato                                 nel Paese di Halloween!                                            Riescono comunque a partecipare ma non sono           così felici perchè entrambi, quando raccontano storie di paura, fanno ridere tutti gli ascoltatori!   Coraggiosamente proveranno a raccontare                     le loro storie ma il GOVERNATORE                                    DEL PAESE DI HALLOWEEN                                   indispettito dalle risate che producono                                li spedisce in prigione,                                                      nella PIRAMIDE SOTTERRANEA di HALLOWEEN!                                   Alla fine potranno essere riammessi             nel loro paese solo grazie alle paure  dei bambini!            I bambini, si spera, regaleranno  le loro paure,          che sono  tesoro prezioso
sul pianeta di Halloween!                                      Verranno raccontate  alcune favole di Ray Bradbury, Henriette Bichonnier,  Julia Donaldson e Italo Calvino!

Uno spettacolo fortemente interattivo!!!

A chi di voi non è capitato di alzarsi dal letto e dire: “Basta, questa vita mi sta stretta,

questa vita non è per me! Io meritavo ben altro!” e poi ricadere sul cuscino, sprimacciato, e andare a scuola,

al lavoro, al mercato,  in ufficio, come tutti i santi giorni?           Ci vuole coraggio per cambiare le cose:                                    il colore di una tenda,

il frontespizio di un giornale, il disegno di una maglietta, un’abitudine, un amore. A noi, spesso, questo coraggio manca e rimaniamo fuori, separati dai nostri sogni,      come un pesce rosso, a bocca aperta, a guardare                  il mondo attraverso il vetro dell’acquario.               Pinocchio, invece, questo coraggio ce l’ha!

Salta via dalle pagine del suo libro e capitombola           nelle favole più famose della storia della “Favologia”,             mette tuttoa soqquadro e scappa via.                                                            E cosa c’era da aspettarsi
da quel Monello di Pinocchio?!                                      “Ballare, tirare calci, soffiarsi il naso strombazzando... Essere ficcandolone, bugiardignolo, ghiottoso, impertinestolo...” Insomma, fare esperienze!
E con l’esperienza si manda giù tutto, si trasforma tutto,
ci si trasforma. Si cambian gli occhi o gli occhiali!
Magari per scoprire che la vecchia casa dolce casa,
pur con i suoi mille difetti, è il più bel posto che ci sia.

Ognuno di noi possiede il suo mondo personale,
il suo pianeta, ma è così difficile prendersene cura, difenderlo e, soprattutto, imparare ad amarlo.
La meravigliosa favola di Saint-Exupery incanta                   per la sua semplicità e per la sua verità.                             Quella parte di noi che è un po’ bambina, un po’ saggia                      e un pò adulta, quella parte che segue le ragioni                             dell’immaginazione e della fantasia,                             ha ancora un compito da svolgere:

deve imparare ad amare.

Deve imparare che il piccolo fiore capriccioso  

che cresce  sul suo pianeta è importante perché amato

da lei e non perché è un magnifico ed unico esemplare

 al mondo.

Per comprendere questa verità, semplice ma difficilissima  da accettare, il Piccolo Principe compirà un lungo viaggio su lontani e strani pianeti: incontrerà uomini d’affari, Re, volpi, aviatori, deserti, montagne e milioni di rose.      Scoprirà che il ritorno a casa  è l’unica cosa che desidera veramente e che i legami che noi costruiamo con le cose
sono ciò che rendeono una cosa speciale,

 ciò che ci rende speciali.                                                   Abbiamo scelto alcuni passi, tra i più rappresentativi
di questa meravigliosa favola, per parlare della favola dell’anima, l’anima di tutti noi, grandi e piccini. 

"Credo che le fiabe,

quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire

a educare la mente.

La fiaba è il luogo

di tutte le ipotesi”
Gianni Rodari

Contatti

© 2018 by LeSetteAllegreRisatelle. Proudly powered by Wix.com

OPENING HOURS

Monday - Friday: 8:30am - 7:30pm
Saturday: 9:00am - 5:00pm​
Sunday: 9:00am - 7:00pm

  • Grey Twitter Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Google+ Icon